Protesi idraulica stampata in 3D per un bimbo di 2 anni

Sol Ryan, figlio di Ben, fondatore della Ambionics, è un bimbo di soli 2 anni, che in seguito a complicazioni durante la nascita, ha dovuto subire un’amputazione del braccio sinistro. Per ottenere una protesi mioelettrica il bimbo avrebbe dovuto attendere altri 3 anni, e allora il padre Ben decide di agire in prima persona accortosi che il figlio iniziava a perdere reattività all’avambraccio sinistro.

Così inizia lo studio e la ricerca di B. Ryan sullo sviluppo infantile e scopre che la percentuale di infanti che rigettano la protesi è maggiore sopra i due anni di età, inoltre i bambini che riescono ad accettare e a sviluppare l’utilizzo della protesi sono in numero maggiore se la indossano a partire dai 24 mesi di vita. Con queste evidenze, Ben ha progettato per il figlio prima un braccio in gommapiuma e successivamente una protesi idraulica, che consentiva a Sol di muovere il pollice da solo.

La progettazione e la relativa produzione della protesi in 3D ha consentito un risparmio del 76%, del 90% sul tempo, segnando un’assoluta innovazione per lo sviluppo sanitario di questo settore. Si tratta di vantaggi epocali che stabiliscono un’immediata evoluzione per lo sviluppo infantile.

La protesi è stata realizzata dall’azienda leader globale di soluzioni di stampa 3D e fabbricazione additiva, la Stratasys, grazie alla tecnologia di stampa 3D PolyJet multi-materiale e multicolore, mediante la stampante 3D Connex Stratasys. Ben Ryan ha inoltre brevettato il meccanismo DAHB (soffietto elicoidale a doppia azione) che consendo a chi indossa la protesi di poter aprire e chiudere il pollice sia in modalità manuale che assistita, in pratica con e senza alimentazione mediante pompa idraulica.

La protesi idraulica viene azionata dall’energia corporea e permette ai bambini più piccoli di abituarsi in anticipo alla protesi al braccio rispetto agli impianti tradizionali, mantanedendo quindi la capacità di funzioanmento senza l’utilizzo di dispositivi elettronici alimentati a batteria e riducendo quindi il rischio di lesioni, anche per via del peso notevolmente inferiore che la protesi stampata in 3D possiede rispetto a una qualsiasi protesi mioelettrica tradizionale.

Dalla scansione del braccio del piccolo Sol alla realizzazione della protesi finita, Ben ha impiegato soltanto 5 giorni, e questo è un altro enorme vantaggio rispetto alle classiche soluzioni, che impiegano in genere non meno di 11 settimane per la realizzazione del supporto.

“In sostanza è l’intera protesi a essere stampata in 3D. Solo i materiali resistenti simil-gomma di Stratasys e i materiali di stampa 3D solubili del supporto rendono possibile la produzione e l’uso di unità DAHB. Le cavità interne sono complesse e sarebbe impossibile rimuovere il materiale di supporto utilizzando strumenti meccanici. Inoltre, i materiali devono essere allo stesso tempo forti e flessibili, in quanto vengono utilizzati per trasmettere la pressione del fluido per azionare la presa”

La Ambionics attiverà una campagna di crowfounding per continuare la ricerca e i test della protesi e della tecnologia DAHB, che potrebbe fornire, non appena ottimizzata, una soluzione importantissima per la sanità mondiale.

“Questo caso è indicativo della capacità della stampa 3D di migliorare la vita grazie alla possibilità di superare le barriere tradizionali legate alla produzione di volumi ridotti”, afferma Scott Rader, responsabile generale di Healthcare Solutions, Stratasys. “Continuiamo a supportare e sostenere innovatori come Ben per portare la personalizzazione nella produzione di protesi tradizionale”


Credit: Il Replicatore

Share!
Scrivi una presentazione d’impatto

Attira l’attenzione dei visitatori nella home page includendo opzioni per invitarli all’azione.

Inizia

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi